CRM

PARROCCHIA DI CRISTO RE MILANO
Vai ai contenuti
    Oratorio   Cristo   Re


ORATORIO

CRISTO

RE

APERTO A TUTTI
dalle 15.30 alle 19.30
FACILE   ISCRIVERSI
Informati leggendo il regolamento
In   estate  sarà un'altra cosa
L’oratorio è una comunità che educa all’integrazione fede-vita, grazie al   servizio di una comunità di educatori, in comunione di responsabilità e di   collaborazione con tutti gli adulti». (Sinodo 47º, n. 218).

L’oratorio   «Cristo Re» offre molteplici servizi, che vanno dallo sport a spazi ricreativi,   dalle attività formative al bar e saloni attigui.
Tutto è in funzione della   crescita umana e di fede di quanti lo frequentano.




REGOLAMENTO ORATORIO CRISTO RE
      
Premessa
      
«L’oratorio è una comunità che   educa all’integrazione fede-vita, grazie al servizio di una comunità di   educatori, in comunione di responsabilità e di collaborazione con tutti gli   adulti» (Sinodo 47º, n. 218).
      
L'oratorio   è parte integrante della parrocchia e ne è uno degli strumenti operativi più   concreti e preziosi in vista dell'incontro con Gesù Cristo e con i fratelli.

      
Articoli
             1.           L’oratorio «Cristo Re» offre molteplici   servizi, che vanno dallo sport a spazi ricreativi, dalle attività formative al   bar e saloni attigui. Tutto è in funzione della crescita umana e di fede di   quanti lo frequentano.
      
             2.           L’orario, i giorni di apertura e ogni   altra decisione riguardante l'organizzazione dell’oratorio, sono a totale   discrezione del parroco.
      
             3.           In piena collaborazione con il Parroco   opera il Consiglio dell'Oratorio, che ha il compito di coordinare le varie   iniziative e vagliare le proposte che tutti possono presentare.
      
             4.           Tutti possono usufruire dei servizi   dell’oratorio.
      
                           L'ingresso agli ambienti   riservati al circolo parrocchiale è consentito ai soci regolarmente   iscritti.  
      
             5.           In oratorio vige il rispetto della   persona, degli ambienti e delle strutture. Chi non lo osserva (anche se   regolarmente iscritto) sarà allontanato e dovrà risarcire i danni eventualmente   procurati.
      
             6.           Il linguaggio, l’atteggiamento, il modo   di proporsi dovranno essere consoni agli ambienti oratoriali. In essi sono   proibiti il fumo e il gioco d'azzardo. Coloro che bestemmiano saranno invitati a   uscire immediatamente dal nostro oratorio. È altresì vietato introdurre   animali.
      
             7.           Nello sport, come in tutte le altre   manifestazioni dell’oratorio, vige il senso della lealtà, dell’altruismo, della   sincerità, del rispetto, della fraternità. Si chiede che i responsabili dei vari   settori perseguano questi valori come fondamentali. Quindi, le attrezzature e   gli spazi comuni devono rimanere a disposizione di tutti (non solo dei più bravi   o dei più grandi).
      
             8.           Le persone autorizzate dal parroco   (identificabili tramite un tesserino di riconoscimento) hanno la delega di far   rispettare il presente regolamento.
    
             9.           In collaborazione con gli animatori e   quanti prestano servizio in oratorio, i genitori sono responsabilmente tenuti a   far rispettare il presente regolamento ai propri figli.

ORATORIO LUOGO EDUCATIVO

  • l’Oratorio, con i suoi spazi di incontro, di attività e di formazione, è un tassello essenziale della pastorale di annuncio e di evangelizzazione della parrocchia;
  •       
  • si pone in stretta relazione con il cammino di Iniziazione Cristiana e con le scelte dei catechisti;
  •       
  • si pone altresì in stretta relazione con la vita liturgica e con il progetto pastorale complessivo;
  •       
  • è animato innanzitutto da adulti che hanno ascoltato e accolto per primi la Buona Notizia e sono desiderosi di comunicarla, con le parole e con i fatti, agli altri, in particolare ai più giovani;
  •       
  • vuole condurre ragazzi e giovani ad una forte esperienza di comunione e di gratuità, attivando all’interno dei loro gruppi collaborazioni concrete, al servizio dei più piccoli e dei bisogni della parrocchia;
  •       
  • si apre per sua natura all’accoglienza dei più piccoli, dei più deboli e dei lontani, secondo un progetto educativo e missionario che mira a rispondere ai bisogni di ciascuno, coinvolgendolo nella dinamica della comunione secondo la sua misura.

DIOCESI di MILANO
DECANATO DI TURRO
Torna ai contenuti