dove e come
l'arte di educare

ANNUNCIO DEL PARROCO: I primi 40' anni
Tutti ti ricordano con piacere: chi con riconoscenza, chi con rimpianto, chi con tanto affetto.
Se ti guardo oggi, non ti vedo invecchiata, anzi ora stai proprio bene. Al mattino ti riempi di colori, non solo di quelli delle varie sezioni, ma di bambini che provengono da tutte le parti del mondo. Gli ‘studiati’ queste cose le chiamano “apertura alla mondialità”. Per te è accogliere e dare un ambiente for-mativo ad un bimbo solo perché è bimbo e nulla più.
Dimenticavo: lo sai chi ti ha generato? Dicono sia stata la Comunità Parrocchiale di Cristo Re. Una parrocchietta allora giovane, giovane, neonata come te; parrocchia di periferia, come si dice. I primi parroci devono essere stati degli eroi, se sono partiti da zero ed hanno realizzato quello che ora noi gustiamo. Qualche “reduce” ricorda i tempi andati e quanto impegnava una parrocchia ed una Scuola dell’Infanzia. A guidarla ci sono sempre state persone e preti dehoniani entusiasti e volonterosi. Vogliamo dire un grazie anche a loro?
Qualcuno il grazie lo riceverà in paradiso perché in 40 anni di vita ci ha lasciato. E i nostri morti ci sono cari, forse più cari degli altri.
Che altro posso dirti? Abbiamo organizzato una festa per te. Inizieremo con una s. Messa con inviti estesi a tante persone. Iniziare col ringraziare il Signore era il meno che si potesse fare. Per l’occasione è stato predisposto un libretto che ripercorre la tua vita ed è solo un modo fra i tanti per ricordarti ed augurarti
BUON COMPLEANNO!

Cara Scuola,


come stai a 40 anni?Io ricordo che molti, ma molti anni fa, alla tua età, stavo proprio bene. D’altra parte per gli umani questa è l’età della maturità, quando si fanno le cose migliori.
Quando si nasce è un po’ come iniziare un’avventura. Chi ci ha generato sembrava un pioniere e chi si è interessato dei primi anni lo ha fatto per istinto di sopravvivenza. La voglia di vivere tanta, ma i mezzi proprio pochi. So che è stato così anche per te.
I bambini di allora, si dice, erano diversi da quelli di adesso e si contentavano di poco. Se guardo quelli di oggi, mi piacciono come quelli di ieri, anzi, non sai quanto mi diverto con loro, troppo buoni e ingenui. Come allora, bevono tutto il sapere e la formazione che altri trasmettono.
Ma tu, lo sai quanti bambini hai coccolato in 40 anni? Non te lo ricordi, eh? Forse nemmeno le suore lo sanno. E dire che le suore ti hanno seguito fin dalla nascita. Anche loro sono state tante. Ricordi almeno loro? Dalle prime pioniere, a quelle entusiaste degli anni successivi, a quelle di oggi che sono ancora sulla breccia. Tutte Suore Dimesse, Figlie di Maria Immacolata: hanno portato aria veneta, terra di fede, in quel di Milano. Non sono mai state sole. A loro si sono affiancate educatrici, dipendenti, famiglie e volontari a quintali. Quanta buona gente!

Domenica, 14 giugno 2009, facciamo festa per i primi quarant'anni della scuola materna.


I primi che l’hanno frequentata ormai accompagnano qui i loro figli: tanto il tempo che è passato. Per quel giorno vorremmo vedere tutti riuniti. Gli inviti sono già stati spediti ai “reduci” ed ai lontani. Ma una festa non è completa se manca qualcuno. Per questo vi invitiamo tutti a partecipare.

Il programma prevede la celebrazione della s. Messa alle ore 11.30, un pranzo condiviso, la mostra fotografica e l’incontro in teatro alle ore 16. Al termine: sorrisi, lacrime e saluti. Non mancate a questo appuntamento! Una pubblicazione ‘ricordo’ presenta alcune testimonianze. Vorrei riproporre anche a voi, quanto ho scritto per l’occasione.

GLI INVITATI
STORICI
La LODE
IL GRAZIE
LA PREGHIERA
GLI INVITATI
STORICI

Il PRANZO
CI STA SEMPRE A...

IN TEATRO FESTA DI TUTTI, FESTA GLOBALE,
FESTA DELLA GRANDE BALLERINA
BERNA AGUAS
che nel 92 è stata la prima alunna
filippina della nostra scuola materna, e che oggi
si presenta con il suo FOLK GROUP "Fillipino dance force" !